MADRE DI DIO E MADRE NOSTRA: MARIA TUTTA SANTA

0 Condivisioni

Di Maria Luisa Donatiello

L’8 dicembre 1854 papa Pio IX proclama il dogma dell’Immacolata concezione mediante la costituzione apostolica Ineffabilis Deus nella quale si dichiara, come riportato anche nell’articolo n.491 del Catechismo della Chiesa cattolica (CCC) (Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano, Edizione speciale Anno della Fede  2012): “La beatissima Vergine Maria nel primo istante della sua concezione, per una grazia ed un privilegio singolare di Dio onnipotente, in previsione dei meriti di Gesù Cristo Salvatore del genere umano, è stata preservata intatta da ogni macchia del peccato originale”.

Crediamo per fede che per tutta la sua vita Maria non è stata intaccata mai dal peccato, la Madre di Dio è santa dal principio, già dal momento del suo concepimento è tutta pura. “Nel corso dei secoli la Chiesa ha preso coscienza che Maria, colmata di grazia da Dio, era stata redenta fin dal suo concepimento.” (CCC 491)

La nascita di Maria e poi l’annunciazione da parte dell’arcangelo Gabriele segnano l’inizio del compimento dei tempi e delle promesse, Maria è predestinata, ma le viene chiesto il “Si” personale, l’adesione volontaria al disegno divino, l’accettazione della sua speciale vocazione.

“Per essere la Madre del Salvatore, Maria da Dio è stata arricchita di doni degni di una così grande missione. L’angelo Gabriele, al momento dell’annunciazione, la saluta come “piena di grazia” (Lc 1,28). In realtà, per poter dare il libero assenso della sua fede all’annunzio della sua vocazione, era necessario che fosse tutta sorretta dalla grazia di Dio.” (CCC 490)

Nel Catechismo si legge ancora: “Questi splendori di una santità del tutto singolare di cui Maria è adornata fin dal primo istante della sua concezione le vengono interamente da Cristo: ella è redenta in modo così sublime in vista dei meriti del Figlio suo. Più di ogni altra persona creata, il Padre l’ha “benedetta con ogni benedizione spirituale, nei cieli, in Cristo” (Ef 1,3). In lui l’ha scelta “prima della creazione del mondo, per essere” santa e immacolata “al suo cospetto nella carità” (Ef 1,4).” (CCC 492)

Il “Sì” di Maria permette l’incarnazione di Gesù Cristo e la sua prima venuta su questa terra, è la madre che dona al mondo suo figlio e che conduce a Lui come affermava Don Bosco: “È quasi impossibile andare a Gesù se non si va per mezzo di Maria.”

0 Condivisioni